Content Marketing per Scrittori: come usarlo al meglio?

Da quando ho avviato il mio progetto online, la mia principale preoccupazione è stata quella di far capire a scrittori e autori come il Content Marketing (articoli, video, audio, mail, quello che volete…) sia la principale attività di promozione su Internet.

Prima di andare avanti nella lettura di questo articolo, scarica leBook GRATIS di oltre 80 pagine per scoprire cosa ti serve per pubblicare il tuo libro in Self Publishing.

Come utilizzare la strategia di Content Marketing risparmiando tempo (e potendo scrivere il tuo libro)

Se pensi di non avere tempo per leggere tutto l’articolo, non ti preoccupare, in fondo alla pagina trovi la versione audio che potrai ascoltare anche mentre stai facendo altro. 

Cos’è il Content Marketing?

Content Marketing (o “marketing dei contenuti“) vuol dire promuovere sé stessi e, in questo caso il tuo libro, attraverso contenuti di reale valore che ti facciano conoscere, che ti raccontino, che aiutino gli altri a risolvere un problema (se hai scritto un saggio o una guida), che gli aprino un mondo che non hanno mai conosciuto (nel caso di un romanzo).

Tutto a posto, quindi?

Non proprio, perché in questi anni molti scrittori mi hanno scritto privatamente dicendomi:

Rodolfo, tu hai ragione. Ma il mio tempo è limitato: o produco contenuti o scrivo libri”.

Ma esiste veramente questo problema? Non esiste proprio una soluzione?

In realtà le soluzioni sono due, ma cominciamo dalla prima.

  • Scegliere un solo Social (come dice Marco Montemagno in questa intervista: “Meglio essere Superman in un solo Social Network, che Capitan Mutanda in tutti i social”)
  • Realizzare un contenuto al mese (Video, Articolo, Audio)
  • Promuoverlo a pagamento

E questa è la strategia che, fino a qualche mese fa, utilizzavo anche io.

Realizzavo un contenuto al mese, lo inserivo sulla mia pagina facebook e pagavo per farlo conoscere a più persone possibili.

Strategie di Content Marketing: quali i problemi?

Questo sistema di web content marketing ha, però, 3 problemi:

  • Limita molto la relazione con il tuo pubblico con cui ti farai vivo soltanto una volta al mese
  • Devi investire molti molti soldi per la pubblicità
  • Se scegli di essere solo su un Social (quello dove sei più forte), corri il rischio di perderti per strada tante persone che potrebbero apprezzare i tuoi contenuti e, successivamente, il tuo libro

Come fare Content Marketing con una Strategia Vincente: moltiplicare i tuoi contenuti

Fino a poco tempo fa, mi trovavo anche io nella stessa situazione e con gli stessi dubbi…

Dovrei pubblicare più contenuti

Dovrei essere non soltanto su Instagram, ma anche su Youtube, Linkedin, Instagram, magari anche su Tik Tok

Eh… tutti ora hanno aperto un Podcast… dovrei farlo anche io

Il problema era che non avevo proprio il tempo.

Dovevo creare i miei prodotti digitali, gestire i miei clienti, rispondere alle email e, nel frattempo, insieme a Silvia Marini, avevo anche aperto un altro business.

Fino a quando non ho iniziato a seguire due marketers Gary Vaynerchuk e Luca Mastella, che adottano una strategia diversa di content marketing che li porta a pubblicare ogni settimana, partendo da un unico video, oltre 40 contenuti diversi, tra video, post, Ads, eccetera.

Ma ecco la procedura:

  • Realizza un video lungo (30-40 minuti) e pubblicalo sul tuo Blog, Youtube e, in formato solo audio, sulle piattaforme Podcast
  • Promuovi il link del tuo blog via mail, sui tuoi social e, se li utilizzi, Telegram e Whatsapp
  • Da questo contenuto principale, estrai due micro-video di 3-5 minuti (uno in formato quadrato e uno in formato verticale)
  • Pubblica il video in formato quadrato su Facebook, Linkedin (se hai scritto un libro rivolto a professionisti e imprenditori), Instagram
  • Pubblica il video in formato verticale su InstagramTv
  • Tutti i micro contenuti devono sempre avere un link di rimando al tuo blog per vedere il video completo

Marketing dei Contenuti: come utilizzare Facebook e Instagram Ads

L’articolo potrebbe concludersi qui ma…

Ricordi? Creare contenuti ma poi non promuoverli è assolutamente inutile!

Quello che ti consiglio di fare è investire, anche in pochi euro, secondo questo schema. In questo modo, la pubblicità su Facebook e Instagram diventerà la tua migliore alleata!

Crea un Pubblico Personalizzato

Il Pubblico Personalizzato è utile per contattare le persone che già ti conoscono. Vai su https://business.facebook.com/adsmanager/audiences clicca su “Crea Pubblico”, “Pubblico Personalizzato” e crea diversi pubblici personalizzati.

pubblico personalizzato

Ti consiglio di crearne almeno uno per “Sito Web” (in questo modo, potrai contattare le persone che hanno visitato il tuo sito web), uno per “Pagina Facebook” e uno per “Profilo Instagram Business” (per contattare le persone che ti seguono su Facebook e Instagram).

pubblico personalizzato facebook

Crea una Campagna su Facebook e Instagram Ads con obiettivo “Interazione”

Promuovi il micro contenuto (presente su Facebook o Instagram) a chi ti segue sui Social o ha già visitato il tuo sito web

Crea una Lookalike

Le Lookalikeper sono pubblici “simili” a quelli che già ti conoscono. In questo caso, basato su chi ha già visto il tuo video sul tuo blog.

Quindi, torna su https://business.facebook.com/adsmanager/audiences, clicca di nuovo su “Crea Pubblico”, “Pubblico Personalizzato”, e seleziona “Sito Web”. Invece di lasciare “Tutti i visitatori del tuo sito web”, seleziona “Persone che hanno visitato Pagine Web specifiche” e inserisci il link del post del tuo sito dove è presente il mini video.

pubblico personalizzato facebook sito web

Una volta creato il Pubblico personalizzato, selezionalo e clicca su “Crea Pubblico Simile”. Hai la tua lookalike.

pubblico simile lookalike

Per farti conoscere da queste persone, crea dunque una campagna, sempre con obiettivo “Interazione” e indirizzandole nuovamente al micro contenuto.

lookalike facebook

Content Marketing: come moltiplicare testi e audio 

Ok Rodolfo, ma io non faccio video. Come posso fare?

Questa strategia di content marketing vale per qualsiasi tipo di contenuto, anche con un audio o un articolo.

Ti faccio un esempio specifico.

Immagina di voler scrivere un articolo sul tuo blog collegato ai temi del tuo libro.

Cosa devi fare?

  • Scrivere il tuo articolo
  • Pubblicare la versione audio sulle piattaforme Podcast (come, per esempio, Spotify)
  • Inviare il link via social ed email
  • Estrarre una breve porzione del tuo articolo e pubblicarla sui Social con il link al tuo articolo, promuovendola con obiettivo “Interazione” per le persone che già ti conoscono
  • Creare una Lookalike partendo da chi ha letto il tuo articolo e realizzare una campagna pubblicitaria, sempre per “Interazione”, invitando le persone che ancora non ti conoscono a leggere il tuo post

IMPORTANTE

Quando pubblichi un micro contenuto (che sia in formato video, testo, audio, immagine) deve avere SEMPRE un link di rimando al tuo blog dove è presente il tuo contenuto di partenza.

Diversificazione dei contenuti nel Content Marketing

diversificazione dei contenuti per il content marketing

Nel mondo del content marketing, non esiste un approccio ‘taglia unica’ che funzioni per tutti.

La diversificazione dei contenuti è essenziale per raggiungere un pubblico più ampio e mantenere l’interesse del tuo pubblico target.

Ma cosa significa diversificare i tuoi contenuti?

  • Immagini: Le immagini possono raccontare storie e catturare l’attenzione in maniera immediata. Possono rendere visivamente un concetto, una storia, i tuoi personaggi.

  • Video e Webinar: Il video è uno dei formati di contenuto più coinvolgenti. I webinar offrono un modo per educare e coinvolgere il tuo pubblico in tempo reale, creando un’esperienza più personale.
  • Podcast e Audio: I podcast permettono di raggiungere le persone anche quando sono impegnate in altre attività. Sono un ottimo modo per condividere storie, interviste e approfondimenti.
  • E-book ed estratti del tuo libro: Fornire e-book o estratti del tuo libro può essere un ottimo modo per promuovere in modo efficace il tuo libro, facendogli leggere un anteprima.

Diversificando i tuoi contenuti, puoi non solo raggiungere diverse preferenze nel tuo pubblico, ma anche sperimentare con vari formati per scoprire quali generano la maggior parte delle interazioni e delle conversioni.

Potrai, quindi, costruire una strategia più robusta, in grado di adattarsi alle mutevoli esigenze e interessi dei tuoi potenziali lettori.

Misurare e comprendere le Metriche di successo nel Content Marketing

Metriche nel content marketing

In ogni strategia di content marketing, la creazione e diffusione di contenuti di qualità è solo una parte del processo. La chiave per garantire che questi sforzi portino ai risultati desiderati è la misurazione della loro efficacia.

Ma quali sono le metriche più importanti da monitorare e come possono influenzare le decisioni future?

  • Traffico sul Sito Web: Uno dei principali indicatori del successo del content marketing è l’incremento del traffico sul tuo sito. Più visitatori significano maggiore esposizione per i tuoi contenuti e, di conseguenza, per i tuoi libri. Strumenti come Google Analytics possono fornire dettagli sul numero di visitatori, la durata delle visite e le pagine più visualizzate.

  • Engagement sui Social Media: L’engagement (i mi piace, le condivisioni, i commenti) è un indicatore vitale dell’interesse e dell’interazione del tuo pubblico con i tuoi contenuti. Una strategia di content marketing efficace dovrebbe mirare a generare conversazioni e costruire una comunità attorno a te e ai tuoi libri.

  • Incremento dei Follower: Avere un numero crescente di follower sui social media è un segno che il tuo contenuto sta raggiungendo un pubblico più ampio. Tuttavia, è importante concentrarsi sulla qualità dei follower piuttosto che solo sulla quantità, puntando a costruire una base di fan realmente interessati ai tuoi contenuti.

Le conversioni, come l’acquisto di un libro o il download di un ebook, sono l’obiettivo finale del content marketing. Monitorare le conversioni ti aiuterà a comprendere se i tuoi contenuti stanno effettivamente spingendo i lettori verso l’azione desiderata.

Utilizzare i dati raccolti per analizzare cosa funziona e cosa no è fondamentale. Questo ti permette di affinare continuamente la tua strategia, concentrarti sui tipi di contenuti che generano i migliori risultati, e modificare quelli che non stanno performando come previsto.

La misurazione dell’efficacia non è solo un passaggio finale, ma un processo continuo che guida l’evoluzione del tuo content marketing.

Implementare queste pratiche di misurazione e analisi ti permetterà di ottimizzare costantemente i tuoi sforzi e garantire che il tuo lavoro porti ai risultati desiderati.

Dopo aver letto questo articolo sul Self Publishing, scarica ora (se ancora non lo hai fatto) leBook GRATIS di oltre 80 pagine per scoprire cosa ti serve per pubblicare il tuo libro in Self Publishing.

Articoli correlati: